Archivi Mensili: aprile 2012

Siesta

La prima volta che ho visto in ufficio, a ora di pranzo, un collega dormire con la testa poggiata sulla scrivania ho pensato che magari non si sentiva bene.

Poi ho imparato che è costume.

La pennica post-prandiale al lavoro è pratica diffusa. Capoccia sul tavolo, e vai!

Annunci

Suave

Oggi non funzionano i telefonini. Congestione sulla rete. Provi a fare chiamate e ti dice che tutti i circuiti sono occupati, di riprovare più tardi. Inconcepibile. Vado dai miei colleghi incredulo, e mi rispondono sconsolati che puó succedere, non c’è di che stupirsi. “Cógela suave”, mi dicono.
Effettivamente è una delle cose che ho imparato: in questo paese (e in generale dappertutto), se vuoi sopravvivere senza rovinarti il fegato devi (a parte non esagerare con i tragos, i drinks) “cogerlo suave”,  prenderla con filosofia, take it easy.
Ci sono gli apagones e va via la luce tutto il giorno? I politici pensano solo a rubare (e senza nessun ritegno)? Il traffico è pazzesco e per fare due chilometri ci vuole un’ora? Hai parcheggiato sotto casa e ti hanno rubato le 4 ruote? Fermo al semaforo rosso hai fatto l’errore di abbassare il finestrino e un ladrón in moto ti punta la pistola per fregarti soldi e telefonino? Stai attraversando sulle strisce e le macchine non solo non si fermano ma ti suonano pure perché ti fermi tu? La novia ti chiama e sveglia alle 4,30 di mattina (perché inavvertitamente schiaccia il bottone del telefonino che tiene nel letto, ma questo tu non lo sai) e tu non puoi manco richiamarla per sapere che cacchio succede perché “tutti i circuiti sono occupati”?
Cógelo suave!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: