Sicurezza

Amici italiani mi chiedono prima di organizzare un viaggio se questo posto é più o meno tranquillo e quali misure di sicurezza adottare.
Il mio consiglio é sempre lo stesso. Meglio essere prudenti e tenere sempre gli occhi sempre super aperti. Magari fai la figura del cacasotto, ma eviti per troppa spavalderia di rovinarti (minimo) la vacanza.
Sei in un posto che non é casa tua, non conosci gli usi e costumi de luogo (anche se pensi il contrario), quindi stai sghiscio che é meglio.
Suggerisco di fare un check sul sito del Ministero degli Esteri viaggiaresicuri.it
Riporto gli ultimi avvisi:

ZONE A RISCHIO: nella Capitale e nelle altre principali città del Paese occorre adottare alcune comuni misure precauzionali, come evitare di circolare, soprattutto a piedi ed in ore notturne, in luoghi isolati. A causa degli episodi di violenza che hanno recentemente anche interessato vari cittadini italiani presenti nell’area di Boca Chica, si raccomanda di evitare la zona, o comunque di adottarvi comportamenti ispirati alla massima cautela, anche nella scelta dei locali (bar, ristoranti, intrattenimenti musicali o danzanti); stessa raccomandazione vale anche, in certa misura, per l’area di Juan Dolio. Si segnala la recente recrudescenza di episodi di criminalità vincolati al narcotraffico e scontri tra bande di delinquenti.
ZONE DI CAUTELA: luoghi turistici, ove si consiglia di affidarsi solo a guide ufficiali. Si segnala una forte recrudescenza degli scippi a danno dei turisti nella zona coloniale di Santo Domingo e nelle zone di Samanà/Las Terrenas.

ZONE SICURE: l’interno dei complessi turistici, che offrono, con la formula del “tutto compreso”, ogni genere di attività ricreativa, escursioni ed attività sportive.

AVVERTENZE
Si consiglia di:
– circolare con la fotocopia del passaporto e con il denaro strettamente necessario, lasciando nella cassaforte dell’albergo il documento originale e il biglietto aereo;
– utilizzare esclusivamente taxi consigliati dal personale dell’albergo e facenti parte di cooperative ufficiali poiché i trasporti collettivi pubblici urbani sono molto carenti, con servizio limitato ad alcune zone delle principali città;
– usare prudenza alla guida a causa del traffico caotico esistente, del fondo stradale spesso sconnesso e della cattiva o insufficiente segnaletica stradale;
– affittare automobili con autista;
– includere la copertura assicurativa al momento dell’affitto di automobili, moto d’acqua o altri veicoli a motore.
Il turista viene spesso individuato come tale e pertanto si trova a rischio di aggressioni, furti, scippi e truffe.

Avvisi particolari
Diffuso il 22.10.2012. Tuttora valido.

Sicurezza

Si assiste ad una recrudescenza di episodi di criminalità comune (furti, “scippi” e alcuni casi di aggressione) a danno dei turisti, in particolare a Santo Domingo, Boca Chica, Juan Dolio, Samanà-Las Terrenas e Puerto Plata. Si raccomanda, pertanto, di adottare durante il soggiorno misure di cautela e precauzione negli spostamenti. Negli ultimi mesi si sono registrati anche alcuni casi di sequestro di persona a scopo di estorsione.

Annunci

14 Risposte

  1. PERO TI SEI DIMENTICATO DELLE DOMENICANE CHE FANNO DEL TUTTO PER PORTARTI VIA IL DENARO.E POI SE TI ACONPAGNI CON UNA DI QUELLE IN CASA TI PORTONO TUTTI I PARENTI ,E TROVONO LE SCUSE CHE STANNO MALE IL FIGLIO PER PORTARTI VIA IL DENAROED A MOLTI ITALIANI GLI E SUCESSO E SUCEDERA

    1. Questo il sito del Ministero degli Esteri non lo può dire, ma credo sia implicito. Come dicevo serve in generale massima prudenza e occhi aperti, per evitare di finire preda di approfittatori a vari livelli, uomini o donne che siano, che abbondano qui come altrove.
      Logico che in RD questo fenomeno sia molto pronunciato, come del resto accade in tutte le realtà dove la povertà diffusa contrasta con una ricchezza meno diffusa ma facile (a causa di loschi traffici), crescente e ostentata.

  2. ciao francesco sono veronica di origini pugliese ma vivo a modena ho 28 anni ti racconto in breve la mia storia…vado in vacanza nel 2010 mi innamoro del mio ragazzo e da quel momento da sola sono andata altre 3 volte nella repubblica dominicana sono arrivata ad una lucida conclusione nella mia vita dopo aver perso il lavoro e ora che mi trasferisco li. Sono in cerca di lavoro qualsiasi tipo di lavoro purchè sia serio CAMERIERA O BARISTA sapresti indicarmi qualche sito o qualche posto in cui cercano???grazie mille

    1. Veronica, nella Capitale qualcuno conosco. Se posso, molto volentieri.
      Ti mando per mail il mio numero.

  3. Caro Francesco come si fa a non tifare per te? Chi ti ha conosciuto, anche se poco, credo debba pensare che meriti la tua occasione. Io apprezzo chiunque prenda l’iniziativa di mettersi alla prova e ricominciare in altri luoghi e tu, non ne hai scelto uno facile e non sei piu’ un pischello…quindi meriti un bel 10 e lode!
    Io l’ho fatto tante volte ma in paesi decisamente piu’ civilizzati e popolati da gente “come noi” eppure ho avuto le mie difficolta’!
    Non ti immagino sotto una palma ne’ seduto in panciolle. Ti immagino a dare il tuo contributo portando l’esperienza nostrana ed imparando quella del luogo che hai scelto.
    Sono felice di sapere che hai l’opportunita’ di continuare a fare il pubblicitario e Santo Domingo e’ comunque un luogo interessante a cavallo tra due grandi americhe cosi’ diverse tra loro.
    Che dire! Abbi cura di te e, se ogni tanto hai nostalgia, pensa che qui nonostante tutto non ce la stiamo passando benissimo…
    Un abbraccio tutto terrone,

    Alessandra 🙂

  4. Ciao Francesco,
    ho letto alcuni dei tuoi post e li ho trovati molto interessanti; complimenti per la coraggiosa scelta di trasferirti in un paese straniero.

    Gentilmente sapresti indicarmi il nome della migliore clinica privata che posso trovare a Santo Domingo?

    Ti ringrazio fin da ora per la disponibilità.

    Giada

  5. alessandro elmundo |Rispondi

    Ciao Francesco
    mi chiamo alessandro.la mia storia?breve,mi sono rotto.a dire il vero io in italia non ci sono mai stato bene,infatti sono sempre ingiro per il mondo!ORA VORREI VENDERE LA MIA AGENZIA VIAGGI E FARE UNA VACANZA LUNGA IN REPPUBLICA.EFFETTIAVAMENTE L’IDEA E APREIRE QUALCOSA IN CITTA’!O A SANTIAGO O A SANTO DOMINGO!comunque valutero’ tutto dopo 2 mesi di ferie almeno!

  6. Ciao Francesco, ma vivi ancora a S. Domingo?

  7. Ciao, cristiano, lavori lì come pubblicitario?? non è che ti serve una mano, laureato in comunicazione pubblicitaria, fotografo, sempre motivato 🙂
    non abbaio e sporco poco 🙂

    A parte gli scherzi (se poi cerchi uno parto subito:)
    cmq ultimamente sto seriamente pensando di trasferirmi nella Repubblica domenicana o mi è capitato di parlare con una persona per Panama. Ora non è che ho fretta anzi potrei attendere tranquillamente un annetto anche per aver un gruzzolo maggiore.

    Tu dalla tua esperienza cosa pensi che manchi li o un attività che potrebbe funzionare ?? tanto bar, ristoranti etc mi da l’idea che siano saturi.
    Un negozio di abbigliamento come la vedi ?

    1. Ciao Marco, mi chiamo Francesco ma nn fa niente 😉

      Qualunque decisione su cosa e come imprendere va valutata sul posto. Il suggerimento é sempre lo stesso: fare una “vacanza/studio” lunga abbastanza per conoscere il Paese, magari studiare dati e statistiche, parlare con altra gente, farsi una idea, ambientarsi, e quindi avere più info per decidere.
      Se propendi per la RD, ti posso dare delle dritte volentieri; di Panama mi parlano bene, ma non la conosco.
      Nel frattempo, magari, non é mala idea studiare lo spagnolo!

  8. Ciao Francesco, non ti nascondo una particolare “invidia” (buona chiaramente) per l’opportunità che hai di vivere in RD. Io c’ho provato nel 2001 ma un caro italiano (… ora in carcere per traffico internazionale di stupefacenti) m’ha fottuto tutto con la scusa di un investimento in una discoteca sulla SAN VICENTE DE PAUL (parallela alla tua amata VENEZUELA) … sono stato proprio un pirla e mi son fidato del classico italiano esperto del luogo. Così, dopo essermi improvvisato per un certo tempo professore di italiano e storia dell’arte presso la DANTE ALIGHIERI e l’istituto YODI, son dovuto rientrare malinconicamente con in più moglie dominicana. Di mio sono architetto e so fare il pizzaiolo (ho gestito per anni un’attività in Italia)…nella speranza di poter vivere lì un giorno ti saluto e mi complimento, Arturo.

    1. Arturo, e che ti devo dire… Devo riconoscere che purtroppo non tutti gli italiani che vivono qui sono persone per bene. Al contrario. La tua sfortunata esperienza non è un caso isolato.
      Spero di poter tornare presto sul blog, che ho dovuto purtroppo abbandonare perché il lavoro mi sommerge, per parlare di questo e di molto altro.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: